fbpx
Cronaca

“Mistero” delle sigarette abbandonate nell’agrigentino svelato: arrestato presunto contrabbandiere

seccagrande-beachAcciuffato il presunto contrabbandiere di sigarette.

Si tratta di un giovane di Marsala. Il 27enne, senza alcun precedente penale, avrebbe fatto da tramite e favorito questo traffico illecito. Il pacco con circa 800 stecche di “bionde”, ritrovato abbandonato lungo le spiagge di Seccagrande, sarebbe stato destinato a lui. Il marsalese sarebbe stato arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Sciacca e della Tenenza di Ribera, mentre era intento a caricare un furgone con le sigarette. Alla vista della pattuglia, il furgone si allontanava a folle velocità. In quel frangente, venivano subito attivati, dalla Centrale Operativa dei Carabinieri, vari posti di blocco sulle arterie stradali principali della zona, con lo scopo di bloccare il furgone in fuga.

Nel frattempo i militari dell’Arma rinvenivano sulla spiaggia di Seccagrande svariati scatoloni contenenti stecche di sigarette, prive delle effigi del Monopolio di Stato, sequestrando complessivamente oltre ottomila pacchi di sigarette, per un peso complessivo di 240 chili ed un valore stimato di circa 50 mila euro.
Il successivo controllo attuato dalle pattuglie, poco dopo, permetteva di rintracciare anche il furgone datosi alla fuga e si riusciva a bloccare ed arrestare in flagranza di reato il fuggitivo, successivamente identificato in Francesco Zerilli, ventottenne, originario di Marsala.
Inoltre, veniva sequestrata la barca con relativo motore, utilizzata per il trasporto delle stecche di sigarette, arenata sulla spiaggia di Seccagrande.
L’arrestato, dopo i rilievi segnaletici presso la Compagnia Carabinieri di Sciacca, è stato tradotto in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.