fbpx
Politica

Operazione Waterloo, Sodano: “straordinario lavoro della Procura di Agrigento”

“Aumento delle bollette in cambio del lavoro ai figli, danneggiamenti dolosi alla rete idrica per aumentare i profitti, istituzioni che hanno agevolato le condotte illecite di Girgenti Acque, mancata depurazione, truffa su tariffe e finanziamenti illeciti elargiti alla classe dirigente Siciliana”.

Lo afferma il deputato nazionale Michele Sodano dopo l’operazione denominata Waterloo che ha coinvolto la gestione del servizio idrico in provincia di Agrigento.

“Il quadro che emerge dalle indagini della Procura di Agrigento è devastante, e non lascia spazio a dubbi alcuni: la gestione idrica di Agrigento è la rappresentazione del male assoluto del territorio, un mix tra il mancato perseguimento dell’interesse pubblico e le peggiori logiche di abusi di una classe politica compiacente a un sistema che ha sepolto i diritti dei cittadini e prodotto un arricchimento milionario a chi ha quotidianamente tradito lo Stato.

“Sono fortemente preoccupato dal silenzio tombale della nostra classe politica locale. Le prime affermazioni che ho ascoltato dal mondo del centrodestra siciliano non riguardano atti di condanna al sistema malavitoso, ma, incredibilmente, giustificazioni e solidarietà nei confronti di uno degli indagati dell’operazione Waterloo, Gianfranco Miccichè, Presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana e leader di Forza Italia. Su questo particolare capo d’imputazione, se, come dice lo stesso Miccichè, i finanziamenti ricevuti da Marco Campione fossero legittimi e documentati, rimane una forte questione morale, d’opportunità politica. Per quale motivo un candidato alla Regione Sicilia dovrebbe ricevere, per la propria campagna elettorale, una donazione da 25 mila euro dal Presidente della società che gestisce il servizio idrico della Provincia di Agrigento? Appare più che legittimo il sospetto di un forte conflitto d’interessi, aggravato dal fatto che quella stessa società è stata successivamente colpita da un’interdittiva antimafia. A mio parere Gianfranco Miccichè dovrebbe valutare le proprie dimissioni da Presidente dell’Ars”.

“Ancora una volta, cioè che più tengo a sottolineare è l’importanza del riconoscere lo straordinario lavoro della Procura di Agrigento, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della DIA. A nome mio, e dei cittadini che rappresento, va il più grande dei ringraziamenti e incoraggiamento nel proseguire con sempre maggiore forza le attività di controllo e salvaguardia del territorio”, conclude Sodano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.