fbpx
Politica Regioni ed Enti Locali

“Querelateci tutti”, le considerazioni del Pd di Favara sui Cinque Stelle

pd-favara“I recenti fatti amministrativi riguardanti il Voltano hanno provocato scalpore mediatico perché mai era successo, in passato, che parenti così prossimi di assessori ricevessero tanti e contrastanti incarichi”.

Parole del circolo Pd di Favara che continua: “Che i trasformisti pentastellati, oggi amministratori di Favara e Porto Empedocle avessero ereditato il peggio della Prima Repubblica, si nota dai repentini cambi di “casacca” che sono sintomo di assenza di ideali, di idee e di valori. Unica costante è la frenetica ricerca di opportunità personali. A questi campioni di novità le cronache ne hanno tracciato i curricula, a cui non riconosciamo meriti particolari visto che nascondono l’arroganza e l’incapacità e mai accettano il confronto politico”.

“Noi del Partito democratico – spiegano i dem – non prendiamo lezioni da nessuno di loro. Vogliamo che almeno comprendano l'”abc” della politica e li invitiamo ad “aggiustare il tiro” suggerendo la lettura della nostra Costituzione, che tanto hanno difeso, per comprendere almeno la parola partito in essa inserita. Il Pd é uno di quelli. Un soggetto partitico fatto di donne e uomini che, insieme al suo segretario, si incontrano, discutono, mettono a disposizione – di tutti – le proprie esperienze, il proprio sapere, le proprie capacità acquisite durante le singole attività professionali ed insieme elaborano documenti politici. Queste semplici regole di convivenza democratica non sembra li abbiano comprese.

Certe volte, nell’ultimo periodo, abbiamo preferito non additare molte delle loro responsabilità sulla gestione della città, spesso abbiamo preferito – cosa che sarebbe stata impensabile al contrario – farli lavorare senza interferenze che potevano penalizzare le sorti dell’operato o sottrarre eventuali benefici ai cittadini.

Questo atteggiamento responsabile però – proseguono – non deve essere scambiato per debolezza, abbiamo solamente voluto concedergli il tempo necessario per dimostrare il loro valore amministrativo. Per capire come hanno operato, senza più scuse, invece, aspettiamo con ansia la relazione annuale del primo cittadino. Comprenderanno finalmente il significato della parola responsabilità e, pertanto, gli chiederemo il conto di tutto – da parentopoli fino ai debiti -, davanti a quel grande tribunale che è il popolo. Capiremo su cosa si siano veramente distinti. Se nel frattempo si reputano offesi perché facciamo politica o pensano di intimidirci direttamente o indirettamente, possono querelarci tutti: siamo pronti a fornirgli nome, cognome, data di nascita e codice fiscale di tutto il partito democratico di Favara”, concludono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.