fbpx
Cronaca

Rapinò prostituta dopo rapporto sessuale: ai domiciliari un ingegnere di Agrigento

L’incidente probatorio si è tenuto di fronte al Giudice per le Indagini Preliminari Luisa Turco.

Si tratta della testimonianza fatta da una prostituta sudamericana che ha nuovamente raccontato, di essere stata rubata da un cliente. L’ingegnere, di Agrigento, secondo la giovane donna, dopo avere consumato un rapporto sessuale, le avrebbe puntato contro un coltello, intimandole di consegnare il ricavato dei guadagni. Afferrata la borsa con dentro circa mille euro, il 41enne si sarebbe dileguato. Il fatto accadeva lo scorso luglio, ed l’ingegnere è stato dunque posto agli arresti domiciliari, pur negando sempre le accuse. Cristallizzata la prova, bisognerà vedere che ne sarà dell’accusa di rapina aggravata che pende sul capo del professionista agrigentino.

 

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.