fbpx
Regioni ed Enti Locali

Rilancio del Turismo e investimenti del “Recovery Plan”. Farruggia (Consorzio Turistico): “Serve la progettazione, la classe politica si adoperi e incontri le parti sociali”

“Turismo e cultura in Sicilia, ed in particolare ad Agrigento, potrebbero ritagliarsi un ruolo fondamentale nell’ambito del “Recovery Plan” del Governo, per uscire dalla crisi del settore.

É necessario però individuare al più presto i progetti per rilanciare due filiere trainanti per lo sviluppo del tessuto socio- economico del nostro territorio, che nell’ultimo anno sono stati fortemente penalizzati e messi in ginocchio all’emergenza sanitaria mondiale dovuta al Covid”. A parlare è il Presidente del Consorzio Turistico Valle dei Templi di Agrigento, Emanuele Farruggia. “Oggi più che mai, anche alla luce della bozza del Recovery Plan – sottolinea il presidente – è indispensabile un incontro tra la classe politica, le associazioni di categoria, il terzo settore e le parti sociali, per affrontare i temi della marginalità, individuare le linee guida per la destinazione degli investimenti e discutere dei progetti che potrebbero essere realizzati con i fondi che verranno stanziati dal Governo per la valorizzazione del patrimonio culturale, la digitalizzazione e l’innovazione. Nella bozza compare, infatti,  tra le altre, la voce “Turismo e cultura 4.0”,  con l’obiettivo puntato verso la rinascita dei borghi e delle periferie, la promozione del turismo sostenibile, l’incremento delle strutture ricettive”. Farruggia chiede quindi che gli attori della classe politica, a tutti i livelli, si facciano promotori di manifestazioni per la progettazione di un piano che attraverso idee innovative possano dare spinta al settore del turismo, potenziale volano della nostra economia e del nostro territorio, considerato l’inestimabile patrimonio monumentale, culturale, storico e naturalistico che possiede. “Serve una progettazione  ad ampio raggio – aggiunge l’imprenditore agrigentino – che, partendo dai siti archeologici strategici, quale é la Valle dei Templi, abbracci anche il centro storico della città, cuore pulsante, penso per esempio  al parco dell’Addolorata, ma anche le zone più in periferia, il parco del Mediterraneo, la casa Natale Pirandello. Sogno una città d’arte  – conclude il Presidente del Consorzio, Farruggia – con una storia millenaria che possa essere fruita da un numero sempre crescente di turisti,  grazie anche alla realizzazione di una metropolitana di superficie che si estenda nel territorio provinciale, senza dimenticare la fascia costiera e il nostro straordinario mare, con la maestosa e suggestiva Scala dei Turchi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.