fbpx
Salute

Salute in tavola: regola n°1 rispettare la stagionalità di frutta e verdura

frutta_verduraUn problema per salute e la “tasca” è senza alcun dubbio quello di portare in tavola frutta e verdure senza rispettare la stagionalità. In questi giorni si è parlato di pomodori e zucchini messi in vendita a 10 euro al chilo, ma nessuno ha avvisato gli acquirenti, poco accorti, che i due suddetti ortaggi non sono “tipici” della stagione invernale?

L’educazione alimentare parte da anche da aspetti semplici e spesso sottovalutati della nostra alimentazione, come quello della scelta dei prodotti vegetali da consumare nei vari periodi dell’anno. Il nostro organismo al cambiare della temperatura e delle condizioni ambientali modifica le sue esigenze e le sue necessità, ed è in primo luogo per questa ragione che il regime dietetico che seguiamo deve mutare in favore degli alimenti di stagione. Per fare un esempio, basti pensare ai frutti estivi, alla loro ricchezza in acqua e minerali, sicuramente un valido aiuto per prevenire la disidratazione e ripristinare le perdite idriche dovute al caldo. Eppure negli ultimi decenni, grazie alle nuove tecnologie alimentari, al miglioramento del trasporto delle merci in tutto il mondo, e ai gusti individuali che “fanno mercato”, sembriamo aver perduto l’abitudine al consumo dei vegetali in base alla stagionalità, mettendo in pratica quotidianamente scelte che hanno evidenti ripercussioni sul sapore dei cibi, sul benessere e la salute generale, senza sottovalutare l’impatto ambientale.

Consumare frutta e verdura seguendo la stagionalità del territorio significa spesso poter scegliere alimenti a chilometri zero, o comunque di origine Italiana. Significa consumare prodotti che contengono la massima espressione qualitativa di nutrienti, perché raccolti nel loro naturale periodo di maturazione, e privilegiare anche il gusto e l’intensità dei sapori che la natura ci offre. Può significare avere degli alimenti finiti cresciuti in ambiente naturale, con un minor ricorso all’utilizzo di antimicrobici e pesticidi, che al contrario sono necessari per la produzione di prodotti fuori stagione che debbano crescere e maturare in condizioni pedoclimatiche avverse.

Di seguito ecco il calendario della stagionalità per avere nuovamente consapevolezza sul cosa consumare per un’alimentazione cosciente:

GENNAIO: Frutta- Arance, Clementine, Kiwi, Limoni, Mandarini, Mele, Pere, Pompelmi
Verdura- Bietole da coste, Carciofi, Carote, Broccoli, Cavolfiori, Cavoli, Cicoria, Finocchi, Patate, Radicchio, Rape, Spinaci, Zucche.

FEBBRAIO: Frutta- Arance, Clementine, Kiwi, Limoni, Mandarini, Mele, Pere, Pompelmi
Verdura- Bietole da coste, Carciofi, Carote, Broccoli, Cavolfiori, Cavoli, Cicoria, Finocchi, Patate, Radicchio, Rape, Sedano, Spinaci, Zucche.

MARZO: Frutta- Arance, kiwi, Limoni, Mele, Pere, Pompelmi
Verdura- Asparagi, Bietole da coste, Carciofi, Carote, Broccoli, Cavolfiori, Cavoli, Cicoria, Cipolline, Finocchi, Insalata, Patate, Radicchio, Rape, Sedano, Spinaci.

APRILE: Frutta- Arance, Fragole, Kiwi, Limoni, Mele, Nespole, Pere, Pompelmi
Verdura- Aglio, Asparagi, Bietole da coste, Carciofi, Carote, Cavolfiori, Cavoli, Cicoria, Cipolline, Finocchi, Insalata, Patate, Radicchio, Ravanelli, Sedano, Spinaci

MAGGIO: Frutta- Ciliegie, Fragole, Kiwi, Lamponi, Mele, Meloni, Nespole, Pere, Pompelmi.
Verdura- Aglio, Asparagi, Bietole da coste, Carote, Cavoli, Cicoria, Cipolline, Fagioli, Fagiolini, Fave, Finocchi, Insalata, Patate, Piselli, Pomodori, Radicchio, Ravanelli, Sedano, Spinaci.

GIUGNO: Frutta- Albicocche, Amarene, Ciliegie, Fichi, Fragole, Lamponi, Meloni, Pesche, Susine.
Verdura- Aglio, Asparagi, Bietole da coste, Carciofi, Carote, Cavoli, Cetrioli, Cicoria, Fagioli, Fagiolini, Fave, Insalate, Melanzane, Patate, Peperoni, Piselli, Pomodori, Radicchio, Ravanelli, Sedano, Zucchine

LUGLIO: Frutta- Albicocche, Amarene, Angurie, Ciliegie, Fichi, Fragole, Lamponi, Meloni, Mirtilli, Pesche, Prugne, Susine.
Verdura- Aglio, Bietole da coste, Carote, Cavoli, Cetrioli, Cicoria, Fagioli, Fagiolini, Fave, Insalate, Melanzane, Patate, Peperoni, Pomodori, Radicchio, Ravanelli, Sedano, Zucchine.

AGOSTO: Frutta Angurie, Fichi, Fragole, Lamponi, Mele, Meloni, Mirtilli, Pere, Pesche, Prugne, Susine, Uva.
Verdura- Aglio, Bietole da coste, Carote, Cavoli, Cetrioli, Cicoria, Fagioli, Fagiolini, Insalate, Melanzane, Patate, Peperoni, Pomodori, Radicchio, Ravanelli, Sedano, Zucche, Zucchine.

SETTEMBRE: Frutta- Fichi, Lamponi, Mele, Meloni, Mirtilli, Pere, Pesche, Prugne, Susine, Uva.
Verdura- Aglio, Bietole da coste, Carote, Broccoli, Cavoli, Cetrioli, Cicoria, Fagioli, Fagiolini, Insalate, Melanzane, Patate, Peperoni, Pomodori, Radicchio, Ravanelli, Sedano, Spinaci, Zucche, Zucchine.

OTTOBRE: Frutta- Castagne, Clementine, Kaki, Lamponi, Limoni, Mele, Pere, Uva.
Verdura- Aglio, Bietole da coste, Carote, Broccoli, Cavolfiore, Cavoli, Cicoria, Finocchi, Insalate, Melanzane, Patate, Peperoni, Radicchio, Rape, Ravanelli, Sedano, Spinaci, Zucche.

NOVEMBRE: Frutta- Arance, Castagne, Clementine, Kaki, Kiwi, Limoni, Mandarini, Mele, Pere, Pompelmi, Uva.
Verdura- Aglio, Bietole da coste, Carote, Broccoli, Cavolfiore, Cavoli, Cicoria, Finocchi, Insalate, Patate, Radicchio, Rape, Sedano, Spinaci, Zucche.

DICEMBRE: Frutta- Arance, Castagne, Clementine, Kaki, Kiwi, Limoni, Mandarini, Mele, Pere, Pompelmi, Uva.
Verdura- Bietole da coste, Carote, Broccoli, Cavolfiore, Cavoli, Cicoria, Finocchi, Insalate, Patate, Radicchio, Rape, Spinaci, Zucche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.