fbpx
Cultura

Agrigento, inaugurata a San Pietro la mostra fotografica di Eduardo Cicala

Inaugurata ieri sera allo Spazio Temenos la mostra fotografica di Eduardo Cicala dal titolo “Il Giardino della Kolymbethra…Il prezioso valore della bellezza”.

Un’esposizione tratta dall’omonimo libro fotografico, anch’esso presentato ufficialmente ieri. Un omaggio al Giardino della Valle dei Templi, al suo spettacolare paesaggio, ai frutti della terra baciata dal sole e al lavoro dalla mano dell’uomo che con cura preserva la memoria del sito storico. Il vernissage è stato molto partecipato ed animato dal duo violoncello-voce di Mauro Cottone ed Eleonora Tabbì. La mostra è visitabile tutti i giorni dal lunedì al sabato fino all’1 settembre, dalle ore 10 alle 13 e dalle 17 alle 20, con ingresso gratuito.

“Eduardo oltre che un eccezionale cantante è un fotografo di talento e quando ho visto i suoi scatti del Giardino ho insistito affinché si realizzasse questa raccolta. Riesce ad emozionare con una fotografia e mi chiedo come faccia: per me questa è la grandezza di Eduardo”, ha detto Giuseppe Lo Pilato, direttore della Kolymbetra. Cicala è musicista, scrittore e fotografo. Da anni ricerca e documenta le tradizioni popolari della Sicilia pubblicando diversi volumi, ma ha anche documentato le campagne di scavo archeologico del Parco Valle dei Templi.

La mostra ricade nel ventesimo anno dall’iscrizione del Giardino tra i beni del FAI, avvenuta appunto nel 1999. Presente ieri il direttivo provinciale e regionale: Vittorio Nocera, presidente delegazione FAI di Agrigento e Giuseppe Taibi, presidente regionale del FAI. Taibi ha ripercorso i momenti più importanti di questi vent’anni. Dalla crescita lineare in termini economici del Giardino, all’apertura degli ipogei, all’accordo con Ferrovie Kaos, fino al Premio Paesaggio Italiano 2017 e alla rete con la città e la collaborazione ad Agrigento2020.

Una rete significativa di cui fa parte anche Spazio Temenos come partner attivo del Giardino. “Continuiamo a portare avanti con gioia la collaborazione con il FAI e stavolta lo facciamo raccontando attraverso la fotografia il Giardino della Kolymbethra, per fare conoscere anche ai turisti presenti in città la bellezza nascosta nella Valle”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.