fbpx
Apertura Cronaca

Agrigento, presunte estorsioni a imprenditori: chiesta riapertura del dibattimento

Il sostituto procuratore generale di Palermo, Rita Fulantelli ha chiesto di sentire in aula i due imprenditori presunte vittime di estorsione.

La vicenda è quella che vede coinvolti gli agrigentini Antonio Massimino e Liborio Militello, accusati di avere imposto il racket a due noti imprenditori edili.

Il sostituto procuratore generale vuole così riaprire l’istruttoria al processo di appello dopo che in primo grado il gup di Palermo decise per l’assoluzione di Massimino e la condanna a Militello a quattro anni di reclusione. Verdetto che fu impugnato dai difensori di Militello e dai pm.

La vicenda prenderebbe spunto da tre presunti episodi di racket mafioso a danno dei due imprenditori che ora probabilmente verranno ascoltati in aula. Alla richiesta si è opposta la difesa e la Corte deciderà il prossimo 8 marzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.