fbpx
Cronaca Spalla

Canicattì, presunta estorsione a dipendente: imprenditore chiede rito abbreviato

E’ accusato di estorsione dopo la denuncia di una sua dipendente poiché – secondo l’accusa- sarebbe stata costretta a restituire in contanti parte dello stipendio e del trattamento di fine rapporto.

Un imprenditore canicattinese chiede che venga giudicato con il rito abbreviato. L’accusa sostiene che il “sistema” fosse applicato anche ad altri dipendenti che sarebbero stati costretti ad accettare condizioni lavorative deteriori rispetto a quelle previste dal contratto.

La prossima udienza si terrà il 17 ottobre.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.