fbpx
Cultura Regioni ed Enti Locali

Ecco i vincitori dei concorsi “Fotografa San Calogero” e “Fotografa il Mandorlo in Fiore”

Gran finale per i concorsi “Fotografa San Calogero” e “Fotografa il Mandorlo in Fiore”. Un gran galà che oltre a decretare i vincitori dei Concorsi, ha offerto il meglio dell’intrattenimento con gli ospiti che si sono alternati dando vita a momenti di musica, monologhi, canti e racconti di pezzi di storia coinvolgendo il pubblico presente in sala e rimasto fino alla fine della cerimonia.

E non sono mancate le novità. Considerato il successo dei due Concorsi, ideati e promossi da Domenico Vecchio, direttore della testata giornalistica AgrigentoOggi, da quest’anno sarà istituita la prima edizione del concorso fotografico sullo Sport. Tanti semplici cittadini hanno partecipato all’evento che prende una piega inaspettata dettata proprio dall’interesse mostrato anche dalle autorità. Seduti tra il pubblico anche il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, e il sindaco di Porto Empedocle, Ida Carmina; i deputati nazionali del Movimento 5 Stelle Michele Sodano e Davide Aiello, il presidente del Consiglio del Parco della Valle dei Templi, Bernardo Agrò; il presidente provinciale dell’Aics, Giuseppe Petix; il presidente e il vicepresidente della Pro Loco Agrigento, rispettivamente Christian Vassallo e Luca Criscenzo; il presidente di Confcommercio Francesco Picarella e ancora la campionessa sportiva Giusi Parolino, Fulvio Scichilone, sviluppatore dell’App Reflex Camera; Alessandro Bufano, direttore dell’hotel Kaos; Rosario Cuffaro delle Tenute Cuffaro; il delegato dell’Associazione italiana sommelier, Alessandro Mauro e non dimentichiamo il pubblico, assoluto protagonista della serata che ha applaudito gli interventi di Michele Guardì, Giovanni Moscato, Gianfranco Jannuzzo, Stelio Zaccaria, Lello Casesa e una delegazione del gruppo Val d’Akragas mentre sullo schermo sono state proiettate le fotografie in concorso. Una serata capace di racchiudere storia, devozione, tradizione e pace tra i popoli, simbolo del Mandorlo in Fiore, che ha riscosso i consensi del pubblico accorso numerosissimo riempiendo la sala dell’hotel Kaos.
“Una manifestazione cresciuta negli anni – commenta Domenico Vecchio – che ha coinvolto sempre più persone e questa sera è una bella emozione ritrovarci tutti insieme. L’evento ha attirato anche persone provenienti da fuori che, avendo visto il Mandorlo in Fiore, hanno deciso di ritornare in occasione della cerimonia, questo significa che i Concorsi, nati con l’intenzione di fare promozione turistica, stanno centrando in pieno l’obiettivo”.
La serata, presentata da Margherita Trupiano, è proseguita con il conferimento dei premi Din 24, Pro Loco Agrigento, il premio della presidenza provinciale dell’Aics e i premi alle “Migliore foto che promuove Agrigento”, “Migliore foto al femminile” e “Migliore tecnica fotografica” e la migliore foto in bianco e nero del concorso “Fotografa San Calogero” è stata dedicata alla memoria di Andrea Camilleri. A consegnare i premi: Bernardo Agrò, Giuseppe Petix, Luca Criscenzo, Domenico Vecchio, Michele Guardì e Massimiliano Palamenghi.
Un ringraziamento a Giada Attanasio e a Francesco Novaro per la fattiva collaborazione spesa per la buona riuscita dell’evento e alla Prostudios di Christian Vassallo per il service che ha assistito tecnicamente l’evento.

Ecco, dunque, le foto vincitrici dei Concorsi con le motivazioni espresse dalla Giuria.

CONCORSO “FOTOGRAFA SAN CALOGERO” – MIGLIORE FOTO A COLORI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

DI VINCENZO AUGELLO
Vincenzo Augello, con la sua fotografia, è riuscito a rappresentare uno dei momenti più significativi della festa di San Calogero di quest’anno: il Santo viene portato alla Cattedrale, finalmente riaperta dopo tanti anni. La fotografia riesce ad esprimere la gioia dei fedeli e dei portatori, che, nonostante il grande sforzo, riescono ancora a sorridere. Protagonista indiscusso della foto appare il Santo, che sembra quasi galleggiare tra la folla, con lo sfondo della cattedrale. Un’immagine originale dal grande valore narrativo.

CONCORSO “FOTOGRAFA SAN CALOGERO” – MIGLIORE FOTO IN BIANCO E NERO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

DI LINDA AMELLA
Linda Amella, con il suo scatto, ha saputo rappresentare da una prospettiva originale la processione di San Calogero attraverso gli stretti vicoli del centro storico di Agrigento. Nella composizione fotografica, sono diversi gli elementi che raccontano una storia di amore verso San Calogero: le mani dei portatori che tengono la vara in modo forte e fiducioso, come se proteggessero il Santo, il Sole che illumina i loro volti come una benedizione proveniente dall’alto, i contrasti di chiaro e scuro tra il legno della vara e il candore delle divise dei portatori. Un’immagine capace di raccontare la storia di Fede e devozione verso San Calogero.

CONCORSO “FOTOGRAFA IL MANDORLO IN FIORE” – MIGLIORE FOTO A COLORI

 

 

 

 

 

 

 

DI ALESSIO MAIO
La fotografia di Alessio Maio rappresenta la sintesi ideale del Mandorlo in Fiore perché ritrae un momento particolare della Festa: la danza dei Voladores de Cuetzalan davanti al tempio di Ercole. Protagonisti della fotografia, i giovani danzatori, con i loro costumi piumati e maestosi, che il fotografo ritrae in uno dei momenti più intensi della loro esibizione. Sullo sfondo, il tempio della Concordia arricchito dal colore vivo ed intenso del nostro cielo a primavera. La fotografia comunica la concordia tra i popoli, l’impeto e la gioia della danza e racconta l’infinita primavera che si rinnova ogni anno ad Agrigento.

CONCORSO “FOTOGRAFA IL MANDORLO IN FIORE” – MIGLIOR FOTO IN BIANCO E NERO

 

 

 

 

 

 

DI GIUSEPPE BALDO
La fotografia di Giuseppe Baldo ritrae la gioia e l’emozione sul volto di una giovane partecipante alla Festa del Mandorlo in Fiore, nel momento dell’accensione del Tripode. Sul volto della danzatrice è evidente un’espressione fresca e carica di sentimenti. Il suo sguardo si proietta lontano, come a guardare un futuro ideale di concordia tra i popoli, un messaggio di pace e di bellezza nello stesso tempo. Una concordia ideale, sottolineata dalla presenza sullo sfondo, del tempio della Concordia, nonché dagli altri partecipanti al Festival. Assai interessante la distribuzione degli elementi nello spazio compositivo, così come lo è anche il suo valore narrativo.

CONCORSI “FOTOGRAFA SAN CALOGERO” E “FOTOGRAFA IL MANDORLO IN FIORE”

PREMIO SPECIALE PRO LOCO PER AVER SAPUTO VALORIZZARE LA CITTA’ DI AGRIGENTO

 

 

 

 

 

 

DI GIANFRANCO IANNUZZO

Gianfranco Iannuzzo valorizza la bellezza e la storia della città di Agrigento, attraverso un’immagine che racconta la fede e la grande devozione dei fedeli verso il Santo Nero. Durante la processione, una donna riesce a salire sulla statua per omaggiare San Calogero con un bacio. Un gesto semplice, immediato e carico di sincero amore. Dal punto di vista tecnico la fotografia presenta equilibrio nella distribuzione degli elementi nello spazio, ed è realizzata con dei contrasti capaci di rendere l’immagine evocativa e suggestiva, quasi come se fosse una foto storica.

CONCORSI “FOTOGRAFA SAN CALOGERO” E “FOTOGRAFA IL MANDORLO IN FIORE”
PREMIO SPECIALE AICS AL FEMMINILE

 

 

 

 

 

 

DI ALESSANDRA FORMICA
La fotografia di Alessandra Fornica rappresenta un momento allegro e colorato della Festa del Mandorlo in Fiore. Si tratta di una gioiosa danza messicana, caratterizzata dai colori vivaci della gonna della ballerina. La fotografia è riuscita a cogliere il dinamismo della danza attraverso il movimento rotatorio della gonna e l’inclinazione dei due danzatori che realizzano una simmetria perfetta. Assai interessante la distribuzione degli elementi nello spazio compositivo, così come lo è anche il suo valore narrativo.

CONCORSI “FOTOGRAFA SAN CALOGERO” E “FOTOGRAFA IL MANDORLO IN FIORE”
PREMIO SPECIALE DIN 24 ALLA MIGLIORE TECNICA FOTOGRAFICA

 

 

 

 

 

 

DI GIUSEPPE CACOCCIOLA
La fotografia di Giuseppe Cacocciola ha saputo rappresentare in modo vivo la forza, la grinta e l’impeto dei portatori che spingono la vara durante la processione. La fotografia, realizzata con la tecnica del panning, riesce a sottolineare il dinamismo e la velocità in modo quasi tangibile. Nonostante il dinamismo sia protagonista, i personaggi presenti nella foto trovano il loro spazio e vengono valorizzate le espressioni intense dei portatori, rappresentati in un momento di sforzo estremo. Assai interessante la distribuzione degli elementi nello spazio compositivo, così come lo è anche il suo valore narrativo.

I concorsi si avvalgono della collaborazione del Parco Archeologico Valle dei Templi, del Comune di Agrigento, dell’Associazione DIN 24, della Pro Loco di Agrigento, Hotel Kaos, Aics,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.