fbpx
Apertura Cronaca

Favara, andavano in giro con pistole: condanna confermata in Appello per due favaresi

Vengono condannati anche in Appello i due favaresi Calogero ed Antonio Bellavia, rispettivamente nipote e zio di 29 e 46 anni, accusati di detenzione di due armi illegali.

I giudici d’Appello hanno infatti confermato la sentenza emessa dal gup del Tribunale di Agrigento che aveva condannato i due a 3 anni e 2 mesi di reclusione.

I due favaresi furono accusati di possesso di due pistole trovate, durante un controllo dei Carabinieri, nella loro auto.

Antonio e Calogero Bellavia erano finiti nei guai con l’accusa di detenzione e porto illegale di arma clandestina e munizioni e di ricettazione dopo essere stati sorpresi dai Carabinieri della tenenza di Favara e del nucleo operativo e radiomobile di Agrigento con due pistole a seguito di un controllo della circolazione stradale, e per questo arrestati.

Come si ricorderà, lo scorso mese di settembre furono effettuati dai Carabinieri del RIS gli accertamenti tecnici relativi alle due pistole. Accertamenti che portarono alla scoperta della matricola inizialmente abrasa di una delle due armi. Una delle pistole, la “Taurus” calibro 357 magnum sembrerebbe essere la stessa rubata a Favara nel 2010 e detenuta regolarmente, prima del furto, da Carmelo Nicotra, il trentacinquenne vittima, lo scorso 23 maggio, di un agguato in via Torino a Favara. L’altra arma, una “Smith & Wesson”, calibro 38 special, è stata invece trovata con matricola abrasa, poi scoperta grazie agli accertamenti dei Carabinieri del RIS.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.