fbpx
Regioni ed Enti Locali

Giornate FAI di Primavera: per un giorno il Giardino Botanico si è trasformato in laboratorio di arte, musica e poesia

musica-giardino-botanicoArte, musica e poesia tra i mandorli e gli ulivi del Giardino Botanico di Agrigento in occasione delle Giornate FAI di Primavera.

Questa mattina, infatti, il sito archeologico e naturalistico dell’ex Provincia Regionale di Agrigento, si è trasformato in una fucina di artisti.
Gli studenti del Liceo Scientifico “Leonardo” di Agrigento hanno creato dei “laboratori” ispirati alle “Muse dell’arte” con le “letture pirandelliane”.
Si è trattato di un “improbabile” viaggio nei luoghi fisici ed immaginario di Luigi Pirandello in occasione del 150° anniversario della nascita del grande drammaturgo agrigentino.

I liceali hanno letto le poesie: “Luna nel Borgo”, “Chi resta”, “Momentanee”, “A un olivo”, “Ritorno”, “Meriggio”, “Guardando il mare”, “Primavera dei terrazzi”, “Attesa”, “Compenso” e “Dondolio”, tutte di Luigi Pirandello.
Gli “studenti – lettori” sono stati: Eugenio Amico, Donato Fanara, Fabiana Di Costa Rosa, Giulia Andrian, Enrico Scimecca, Rosy Sciabica, Davide Biffarella, Alessia Savarino, Antonio Avenia, Patrick Calcara, Letizia Todaro, Fabiana Battaglia, Flavia Lombardo, Gerlando Grisafi ed Erika Vullo Annamaria.

La performance è stata molto apprezzata dai visitatori che, numerosi, hanno trascorso l’intera mattinata al Giardino Botanico immersi nel verde tra ulivi, mandorleti, piante esotiche e le pregevoli testimonianze archeologiche come gli ipogei, le caverne natura, i reperti fossili ed i fenomeni calcarenitici di suggestiva bellezza. Sono stati anche visitate le “terrazze” che sorgono su banchi in tufo che offrono ai visitatori un’ineguagliabile vista su tutta la Valle dei Templi.
Le visite proseguiranno domani 26 marzo dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 17.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.