fbpx
Regioni ed Enti Locali Spalla

Italia e Tunisia si incontrano ad Agrigento nel nome dell’archeologia pubblica

Sarà presentata giovedì 11 novembre alle 10:30, presso l’Aula Magna “Luca Crescente” dell’Empedocle Consorzio Universitario di Agrigento, l’offerta formativa che il progetto CEFEL dedica a studenti, imprese e operatori dei siti archeologici, per lo sviluppo delle nuove professionalità che l’archeologia pubblica può generare nel mercato dei lavori culturali. L’obiettivo è di trasmettere nuove competenze e creare opportunità lavorative, per intercettare e rispondere alla domanda di servizi e prodotti per la partecipazione della comunità al patrimonio archeologico.
I percorsi di formazione rappresentano una delle azioni di valorizzazione delle professionalità legate all’archeologia pubblica realizzate nell’ambito del progetto CEFEL – Archeologia PubblicA: Communauté, Education, Formation, Economie et Labour, finanziato dal Programma ENI di Cooperazione Transfrontaliera Italia-Tunisia 2014-2020, promosso dall’Empedocle Consorzio Universitario di Agrigento come ente capofila e animato dai partner Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi di Agrigento, Polo territoriale Universitario della Provincia di Agrigento, Institut National du Patrimoine de Tunisie, Agence de Mise en Valeur du Patrimoine et de Promotion Culturelle de Tunisie e Institut Supérieur des Métiers du Patrimoine de Tunisie.

Dopo lo stop agli spostamenti internazionali causato dalla pandemia, per la prima volta i partner di progetto siciliani e tunisini potranno incontrarsi personalmente e condividere con la comunità le opportunità di crescita culturale e di sviluppo sociale ed economico offerte dal progetto:
– tre corsi di formazione gratuiti dedicati a studenti – diplomati, laureandi e laureati – italiani residenti in Sicilia e tunisini;
– un corso di formazione gratuito per gli operatori di gestori di siti archeologici;
– un corso di formazione breve gratuito per i dipendenti di imprese già attive nell’offerta di beni e servizi collegati al patrimonio archeologico.

Un sostegno allo sviluppo di nuove professionalità nell’ambito dell’archeologia pubblica, che proseguirà con il lancio di due start-up ideate e sviluppate dai giovani coinvolti nel programma di formazione.
Il progetto CEFEL promuove un approccio sistemico per la crescita dell’offerta professionale nel mondo dei lavori culturali, grazie a un coordinamento Italia/Tunisia tra le imprese operanti nel settore del turismo culturale, gli organismi di gestione dei siti archeologici e la formazione professionale, con l’obiettivo di rispondere alla duplice esigenza di buona gestione dei beni archeologici e di creazione di nuove e inedite opportunità lavorative nel campo dell’archeologia pubblica per i giovani italiani e tunisini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.