fbpx
Regioni ed Enti Locali

Marcia per la Cattedrale di Agrigento: “presenti” anche i consiglieri di “Agrigento Cambia” e “Agrigento Rinasce”

marcia-cattedraleI Consiglieri Comunali delle liste “Agrigento Rinasce” ed “Agrigento Cambia” aderiscono alla marcia promossa dalla Chiesa Agrigentina per manifestare l’indignazione popolare per i ritardi e le inerzie degli interventi necessari per salvare il colle su cui sorge la Cattedrale di Agrigento.

La sorte della Cattedrale di Agrigento – scrivono in una nota congiunta – non può essere affidata alla retorica delle affermazioni elettorali né può essere argomento di contesa e di divisione tra i soggetti istituzionali che devono fornire le risorse indispensabili per sostenere il consolidamento del costone eliminando tutti gli ostacoli , spesso pretestuosi, che fino ad ora hanno impedito l’avvio concreto della messa in sicurezza del più importante monumento della cristianità agrigentina oltre che dello stesso centro storico“.

Per queste ragioni i consiglieri delle liste “Agrigento Rinasce” e “ Agrigento cambia” esprimono pieno apprezzamento per l’impegno costantemente sviluppato dal Cardinale Montenegro a cui hanno fatto seguito le iniziative del Sindaco di Agrigento che, in modo costante ed in tempi non sospetti, ha operato per rimuovere gli ostacoli burocratici, finanziari e di ogni altra natura che, incomprensibilmente, hanno fino ad ora ritardato l’effettivo avvio dei lavori di recupero statico e strutturale della Cattedrale, ma soprattutto hanno ignorato l’urgenza del consolidamento del costone su cui poggia il corpo di fabbrica.

Le liste “Agrigento rinasce” ed “Agrigento cambia” ritengono che, in questo contesto, il richiamo della Chiesa Agrigentina e soprattutto del Cardinale Franco Montenegro siano la conferma della necessità di dare una svolta ed uno scossone alle forze politiche che devono abbandonare il gioco delle parole e delle dichiarazioni senza alcun seguito per mettere in cantiere tutte le azioni ed iniziative necessarie per schiodare la Regione e tutti gli Enti competenti dal torpore e dall’inerzia con cui è stata gestita questa grande criticità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.