fbpx
Apertura Cronaca

Presunta vendita di mezzi rubati: per il Gip è estorsione, arresti convalidati per due agrigentini

Convalidati gli arresti dell’agrigentino Gerlando Volpe, di 35 anni, e di del raffadalese Angelo D’Antona, di 33 anni, accusati di estorsione. Il giudice per le indagini preliminari ha infatti disposto per loro i domiciliari.

Come si ricorderà erano stati gli agenti della Squadra Mobile di Agrigento ad arrestare, in flagranza di reato, i due uomini dopo la denuncia presentata nei confronti di Volpe che, grazie a indagini, portò all’arresto.

Secondo la ricostruzione, il denunciante si rivolse agli agenti di Polizia dopo che i due agrigentini si sarebbero intromessi nella compravendita di un Piaggio Porter e di un autocarro Fiat, entrambi presunto provento di truffa.

Prima dell’affare i poliziotti hanno così segnato i numeri seriali delle banconote da consegnare e, con l’ausilio di un localizzatore, sono così riusciti ad individuare l’area della presunta trattativa a Santa Elisabetta dove poco dopo sono arrivati. Nella vicenda anche altre due persone risultano denunciate a piede libero.

L’ipotesi di reato iniziale era quella di ricettazione, poi riqualificata dal gip in estorsione.  I legali difensori degli indagati hanno annunciato ricorso al Riesame.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.