fbpx
Cultura Regioni ed Enti Locali

Sebastiano Lo Monaco: “Io e Pirandello è lo ‘spogliarello’ della mia anima” – FOTO E VIDEO

Sebastiano Lo Monaco ha scelto la “sua” Agrigento per la prima di “Io e Pirandello”, monologo semiserio, potpourri di arte teatrale e vita personale (“lo spogliarello della mia anima”, lo ha definito), nato per festeggiare i suoi “primi” 40 anni di teatro e celebrare i 150anni di vita di Luigi Pirandello, che, ha detto l’attore, “è ancora vivo, e vive ogni giorno in tutti i teatri del mondo”.

Un’ora e mezza di spettacolo davanti al pubblico dello “Spazio Temenos” durante il quale Lo Monaco ha raccontato vari aspetti della sua vita, partendo dagli anni a Floridia, dove è nato, e dalla precoce attrazione verso il teatro fino all’esame di ammissione dell’Accademia di Arte drammatica davanti ad una commissione composta anche da Andrea Camilleri. “All’epoca aveva 57 anni, ma era esattamente come è ora – ha scherzato Lo Monaco -”.

Tra un racconto e l’altro, l’attore ha inserito brevi monologhi delle opere a lui più care. Tra le altre, “Per non Morire di Mafia”, l’ “Edipo Re”, intramezzata da una breve incursione nella “Divina Commedia”, con il canto dedicato a Paolo e Francesca e proseguendo, infine, con Pirandello e due rappresentazioni cariche di passione di “La corda pazza” e dell’ “Enrico IV”, che hanno strappato scroscianti applausi. Lo Monaco, inoltre, ha evidenziato come, nella sua carriera, si sia ritrovato quasi accidentalmente a rappresentare opere di siciliani: da Piero Grasso al drammaturgo agrigentino passando per i classici greci “anche questi – ha detto – nati in Sicilia”.

La serata è stata anche occasione per alcune anticipazioni della prossima stagione teatrale del “Pirandello”, che sarà presentata in autunno. Tra le opere che verranno portate in scena ci sarà “Dopo il silenzio”, testo anche questo scritto dal presidente del Senato. “Altro non può essere ancora detto – ha spiegato Lo Monaco -, ma posso già affermare che sarà di altissimo livello, con spazio alla commedia brillante e al teatro di pensiero”.

Stasera, 30 giugno, alle 21, sempre i locali dello “Spazio Temenos” ospiteranno la cerimonia di consegna del “Premio Strada degli Scrittori” che andrà al regista Michele Guardì, all’arcivescovo di Monreale Michele Pennisi, all’attore Sebastiano Lo Monaco, al musicista Mariano Deidda e all’imprenditrice Giuseppina Milazzo. Da domattina, 1 luglio, partirà invece la settimana dedicata al master di scrittura promosso dal Distretto Turistico Valle dei Templi in collaborazione con l’Associazione “Strada degli Scrittori” e la Fondazione Sciascia, con il coordinamento scientifico dell’Associazione “Treccani Cultura” e con il patrocinio del Consiglio di Presidenza dell’Assemblea Regionale Siciliana.

(Guarda il video)

img_7741 img_7753 img_7759 img_7762 img_7766 img_7779 img_7784 img_7785 immagine-001 immagine-040immagine-140 immagine-027immagine-053immagine-059 immagine-077 immagine-078immagine-176 immagine-184 immagine-210 immagine-228 immagine-232 immagine-238 immagine-260 immagine-265

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.