fbpx
Cucina

Speciale dolci di Natale: la cuccìa di Santa Lucia

cuccia 1Oggi, 13 dicembre è Santa Lucia, venerata soprattutto a Palermo. In questa occasione, infatti, nelle case palermitane si preparano le classiche arancine, la Cuccìa (grano bollito accompagnato da ricotta e cioccolato) e le panelle.

Proprio in questa particolare giornata vi proponiamo una delle specialità tipiche: la Cuccìa, una ricetta tradizionale siciliana. Si tratta di un dolce che rappresenta un vero rito in tutta la Sicilia. Il termine cuccia potrebbe derivare da ‘cucciari’ ossia mangiare un chicco alla volta.

INGREDIENTI:

500 grammi di frumento tenero
un pizzico di sale
1,5 chili di ricotta di pecora freschissima
450 grammi di zucchero semolato
300 grammi di capello d’angelo
150 grammi cioccolato fondente (a gocce o a pezzettini)
Granella di pistacchio q.b.
Cannella in polvere q.b.

PREPARAZIONE:

Il frumento si mette in acqua tre giorni prima della preparazione della cuccìa, cambiando l’acqua ogni giorno.
Prima di cucinarlo scolarlo avete di metterlo in un tegame ricoprendolo d’acqua e aggiungendo un pizzico di sale. La cottura, tradizionalmente si protrae per 6 – 8 ore a fiamma bassissima, lasciandolo riposare nell’acqua di cottura, coperto per tutta la notte. Per abbassare i tempi di cottura, usare la pentola a pressione: dopo avere ammolato il grano per tre giorni, metterlo nella pentola a pressione con acqua che non superi il limite indicato dalla stessa, con un pizzico di sale e cuocere per 45 – 50 minuti lasciandolo poi a raffreddare nell’acqua di cottura.

Nel frattempo, mettere la ricotta con lo zucchero in una ciotola abbastanza capiente e lavorarla dolcemente con uno sbattitore. Lasciarla riposare per circa mezz’ora, quindi aggiungere il capello d’angelo tagliato a piccoli cubetti e le gocce di cioccolato fondente.

Scolare bene il frumento, ormai freddo e aggiungerlo alla crema, amalgamando accuratamente.
Si serve in ciotoline cospargendovi sopra la granella di pistacchi e cannella in polvere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.