breaking news

“Il pranzo della domenica”- Antipasti- Carciofi ripieni fritti

febbraio 11th, 2018 | by Redazione Scrivo Libero
“Il pranzo della domenica”- Antipasti- Carciofi ripieni fritti
Cucina
0

ricette-con-carciofiIn pieno carnevale non si può riporre olio caldo e padella: le pietanze devono essere solo ed esclusivamente fritte!

Ecco che la nostra rubrica di cucina, “Il pranzo della domenica”, vi propone la ricetta di un antipasto che sfrutta da un lato la cottura del carnevale, dall’altro sfrutta un ottimo prodotto di stagione: carciofi ripieni frittiSi tratta di un antipasto ricco, caldo e filante. Carciofi ripieni impanati e fritti. Ecco come realizzarli

Ingredienti per 4 persone

8/10 carciofi
2 uova
pangrattato q.b.
farina q.b.
olio per friggere
sale pepe
succo di limone
formaggio a piacere (scamorza affumicata, pecorino fresco,formaggio a pasta filata)

Procedimento:
Pulire i carciofi: tagliare il gambo lasciandone unito al carciofo circa 6 cm, eliminare le foglie sterne più dure e spuntarli per ricavare il cuore, che va lasciato intero. Con un coltello a punta rimuovere un po’ di foglie interne per favorire la farcitura

Mettere i carciofi appena puliti in acqua acidula con il succo di limone. Preparare un piatto con la farina, uno con il pangrattato e in una ciotola sbattere le uova con il sale e un pizzico di pepe
Scolare i carciofi e tamponarli con un canovaccio per eliminare l’acqua in eccesso

Farcire i cuori di carciofi con pezzetti di formaggio, passarli nella farina, poi nelle uova e infine nel pangrattato avendo cura di impanare anche la parte con il formaggio.

Portare a giusta temperatura abbondante olio per frittura e friggere i carciofi ripieni impanati a fuoco medio per garantire la cottura uniforme. Girarli spesso, devono risultare dorati e croccanti
Sistemare i carciofi ripieni impanati fritti su carta assorbente da cucina per eliminare l’olio.
Servire i carciofi ripieni impanati fritti caldi.

La redazione di Scrivo Libero vi augura buon pranzo e buona domenica!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Comments are closed.