fbpx
Cucina

“Il pranzo della domenica”- antipasti- Frittelle con erbette di primavera

Voglia di unire in un unico piatto le verdure che la stagione ci offre senza rinunciare al gusto? Ecco che oggi la nostra rubrica di cucina, “Il pranzo della domenica”, vi suggerisce come mettere su piatto questo connubio, proponendovi la ricetta di un antipasto sfizioso: le frittelle con erbette di primavera. Si tratta di pasta fritta a forma di ravioli arricchiti da uno sfizioso ripieno di spinaci, cipollotti e lardo. Ecco come realizzarli:

Ingredienti per 4 persone
800 grammi spinaci
40 grammi parmigiano
300 grammi farina
80 grammi lardo
2 uova
4 cipollotto
q.b. sale
q.b. olio di arachidi

Procedimento

Versa nel mixer 300 g di farina con una presa di sale, 2 uova, mezzo guscio di acqua fredda e frulla finché non avrai ottenuto una pasta omogenea; quindi avvolgila in un foglio di pellicola e falla riposare in luogo fresco per 30 minuti.

Pulisci 800 g di spinaci, lavali, cuocili con la sola acqua rimasta aderente dal lavaggio e una presa di sale per 2-3 minuti, strizzali bene e tritali. Pulisci 4 cipollotti e tagliali a fettine; elimina da 80 g di lardo di Colonnata la cotenna e il trito aromatico e tritalo fine con un coltello con la lama intiepidita. Metti il lardo in una padella antiaderente, fallo sciogliere leggermente su fuoco basso, unisci cipollotti e spinaci, regola di sale, lascia insaporire gli ingredienti per 2-3 minuti, spegni, poi incorpora 40 g di parmigiano reggiano grattugiato.

Stendi la pasta in una sfoglia molto sottile e con una rotella dentata ricava dei rettangoli di 8×12 cm. Suddividi su metà dei rettangoli un cucchiaino di composto di spinaci, ripiega la pasta sul ripieno in modo da ottenere dei ravioli e sigilla la pasta premendola leggermente. Scalda abbondante olio di arachidi, immergi i ravioli, pochi alla volta, e friggili rapidamente. Servi le frittelle con erbette di primavera ben calde.

La redazione di Scrivo Libero vi augura buon pranzo e buona domenica!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.