fbpx
Politica Regioni ed Enti Locali

Agrigento, edilizia scolastica: l’amministrazione comunale a lavoro per la messa in sicurezza

scuolaCome già ampiamente illustrato nella relazione annuale presentata dal Sindaco Calogero Firetto, l’Amministrazione Comunale nel suo settore dell’edilizia scolastica ha in questi mesi provveduto, oltre ai lavori di

manutenzione ordinaria, straordinaria e di pronto intervento negli immobili di sua proprietà, a recuperare le somme del programma straordinario di interventi sul patrimonio scolastico finalizzati alla messa in sicurezza e alla prevenzione e riduzione del rischio connesso alla vulnerabilità degli elementi anche non strutturali“.

In una nota interviene così l’amministrazione comunale di Agrigento sui problemi concernenti l’edilizia scolastica:

Questi interventi, aggiudicati contro il rischio di perderne il finanziamento, ammontano complessivamente a 653.000 euro di lavori che consentono la messa in sicurezza di numerosi edifici scolastici garantendo requisiti essenziali in tempi non differibili. A ciò si aggiunga anche l’affidamento del servizio di indagini diagnostiche strutturali sui solai e di indagini non strutturali sui controsoffitti e sugli elementi ancorati a solai e/o controsoffitti, coofinanziati congiuntamente al MIUR che ha destinato complessivamente risorse di 27.887,99 euro per altri cinque edifici scolastici“.

Interventi – sottolinea l’amministrazione comunale di Agrigento – di grande sostanza che dimostrano il più responsabile interesse dell’Amministrazione Comunale sui temi della riqualificazione e della bonifica degli immobili destinati a scuola, rispettando le esigenze primarie della popolazione scolastica e delle famiglie che affidano anche alla sicurezza dei luoghi l’educazione dei propri figli. In alcuni casi, per un adeguato e corretto svolgimento dei lavori, saranno concordate con l’istituzione scolastica soluzioni alternative per lo svolgimento delle lezioni nel tempo necessario al ripristino delle aule, socializzando il percorso degli interventi al fine di ridurre quanto più possibile il disagio arrecato per interventi urgenti sul patrimonio scolastico i cui fondi non possono in alcun caso andare perduti“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.