fbpx
Cronaca Regioni ed Enti Locali

Assolto dall’accusa di corruzione: l’ex Sindaco di Licata chiede risarcimento

leggeL’ex Sindaco di Licata, Angelo Graci, chiede un risarcimento di 100 mila euro allo Stato dopo aver trascorso otto giorni agli arresti domiciliari e un anno fuori Licata per il divieto di dimora imposto poiché accusato di corruzione aggravata.

Accuse che poi lo hanno visto assolto in tutti i gradi di giudizio. Con lui finirono agli arresti anche un ex assessore comunale, l’ex vice presidente del consiglio comunale ed un imprenditore. La vicenda riguardò il presunto pagamento di una tangente in cambio di un appalto per le celebrazioni di una festa comunale. Dopo l’assoluzione, Graci ora attraverso il proprio legale ha chiesto il risarcimento dei danni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.