fbpx
Cronaca

Camion con 3 tonnellate di rame non si ferma all’alt dei Carabinieri nell’agrigentino: arrestati due romeni

ferro 1I Carabinieri del dipendente nucleo operativo e radiomobile di Agrigento, unitamente a quelli della tenenza Carabinieri di Favara, coadiuvati da militari del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Licata, hanno tratto in arresto per i reati furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale i rumeni Pitigoi Ionut, di anni 25 e Grigore Cristian di anni 21, entrambi domiciliati a Catania, con precedenti specifici.

Nel corso di predisposto servizio finalizzato alla repressione dei reati contro il patrimonio effettuato nell’arco notturno nella zona industriale compresa tra i comuni di Agrigento, Favara ed Aragona, veniva notato un autocarro Fiat provenire da una strada sterrata che conduce ad un deposito di rottami sito in quella contrada Fondacazzo, di proprietà di una ditta autodemolizioni del luogo.

Il veicolo veniva seguito a distanza dai militari. Giunti in prossimità del comune di Palma di Montechiaro, con l’ausilio di un equipaggio del Norm di Licata, veniva intimato l’alt al veicolo che invece di fermarsi, proseguiva la corsa direzione Licata.

Il conducente dell’autocarro, vista la presenza di più auto dell’arma, fermava il mezzo e, l’autista ed il passeggero, aprivano repentinamente le portiere cercando una via di fuga, ma venivano prontamente bloccati. Sul cassone dell’autocarro, sono state trovate matasse di rame per un peso complessivo di circa 3 tonnellate, mentre all’interno della cabina veniva rinvenuto un sacco contenente arnesi da lavoro.

Si è accertato che il veicolo unitamente agli arnesi da lavoro, erano stati asportati poco prima all’interno della predetta ditta autodemolizioni. Gli arrestati sono stati tradotti presso le camere di sicurezza della tenenza Carabinieri di Favara a disposizione della Autorità Giudiziaria.

Durante le operazioni di arresto, nel tentativo di bloccare i malviventi, un militare della tenenza dei Carabinieri di Favara, è rimasto ferito, riportando lesioni giudicate guaribili in 21 giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.