fbpx
Regioni ed Enti Locali Salute Spalla

Coronavirus, sale il numero di positivi in provincia di Agrigento

Continua a crescere il numero di positivi al Covid-19 in provincia di Agrigento.

I casi registrati fino al pomeriggio di oggi sono 10: 3 a Favara, 2 rispettivamente a Campobello di Licata, Santa Margherita Belice e Canicattì ed 1 a Licata.

Infatti sale a quota 20 il numero di attuali positivi a Licata. Secondo quanto riferito dal profilo social della Polizia Municipale il soggetto si troverebbe in isolamento domiciliare.

A Campobello di Licata, secondo quanti riferito dal Sindaco Gianni Picono, sono invece due i nuovi positivi al Coronavirus: “si tratta di nostri concittadini già posti in isolamento da diversi giorni. Mi sono informato sul loro stato di salute e per fortuna stanno bene. Auguro a loro e agli altri positivi una pronta guarigione”.

A Santa Margherita di Belice il Sindaco Franco Valenti comunica invece due nuovi casi, una donna di 31 anni e una bambina di 5: “Stiamo provvedendo alla notifica formale agli interessati dei provvedimenti di permanenza domiciliare per quarantena con sorveglianza attiva e stiamo predisponendo tutti gli altri adempimenti previsti dalla vigente normativa”.

Salgono a 17 i casi a Canicattì dopo i due nuovi contagi. Il Sindaco Ettore Di Ventura ha affermato: “Il loro stato di salute è fortunatamente buono a parte qualche lieve sintomo. A loro rivolgo l’augurio di una pronta guarigione.
Invito tutti all’uso della mascherina, il rispetto del distanziamento di almeno un metro e ad essere prudenti e soprattutto responsabili”.

A Favara invece sale a 22 il numero dei positivi. Sono infatti 3 i nuovi contagi così come comunicato dalla Sindaca Anna Alba: “Sono in buono stato di salute, anche se uno dei tre è stato ricoverato al San Giovanni di Dio per degli accertamenti. La questione che più ci preoccupa come sindaci è che i centri ospedalieri siano ormai sovraccarichi, e quindi se qualcuno stesse male avremmo difficoltà a garantirne il ricovero. Per questo cerchiamo di prevenire con le forme per limitare i contagi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.