fbpx
Cronaca

Evade i domiciliari per assaporare un espresso al bar, condannato 57enne dell’agrigentino

legge“A che bello u cafè” cantava De André, un motivetto che, evidentemente, ha ronzato insistentemente nella testa di un 57enne di Sciacca agli arresti domiciliari.

Un desiderio irrefrenabile il suo, come da egli stesso dichiarato, di gustare un espresso fatto al bar, che lo ha portato ad evadere la misura cautelare cui era sottoposto pur di assaporare l’aromatica bevanda calda. Il saccense, nell’assecondare la sua voglia, è finito nei guai. Condannato per direttissima dovrà scontare 8 mesi di reclusine. A suo carico anche le spese processuali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.