fbpx
Regioni ed Enti Locali

La Cna di Agrigento dopo l’attentato incendiario alla casa del sindaco di Licata

cna“Ripristinare il percorso di legalità, a prescindere dal terreno di intervento, non può che rappresentare una importante precondizione sulla quale fare leva per fare ripartire il motore dell’economia”.

La Cna di Agrigento, attraverso i vertici provinciali, esprime solidarietà al sindaco di Licata per la vile intimidazione subita. “Mettere ordine nel territorio, stanando le dinamiche abusive, sia esse di natura edilizia che di natura commerciale o artigianale, è un forte segnale di concreto cambiamento – spiegano Mimmo Randisi e Piero Giglione, rispettivamente presidente e segretario provinciale della Confederazione – che non può e non deve essere fermato da eclatanti azioni intimidatorie, come quella di cui è stato destinatario Cambiano, a cui va riconosciuto il lavoro, serio, coraggioso e diligente, svolto in questo primo scorcio di sindacatura. Gli artigiani e le piccole medie imprese, che noi ci onoriamo di rappresentare, – concludono Randisi e Giglione – ogni giorno si misurano con mille difficoltà, alcune dettate dall’oggettiva crisi economica, ma altre sono frutto di pastoie burocratiche e prassi amministrative non sempre lineari e coerenti. Ecco perché l’affermazione della legalità, nei suoi variegati e molteplici profili, è fondamentale, a garanzia dello stato di diritto e di una intera società che si fregia di essere democratica e fondata sul lavoro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.