fbpx
Regioni ed Enti Locali

Mancata corresponsione degli stipendi agli operatori ecologici di Lampedusa, Mucci (Usb): “questo è fare impresa”

“‘Datemi almeno il mio TFR’ è questo che chiedono i lavoratori operatori ecologici di Lampedusa. Non possiamo continuare a comprare il pane a debito.Il trattamento di fine rapporto -per chi non lo sapesse- va corrisposto alla cessazione del rapporto di lavoro”.

E’ quanto afferma Aldo Mucci dell’USb che interviene ancora una volta sulla questione relativa agli stipendi da corrispondere agli operatori ecologici di Lampedusa.

“I contratti collettivi possono fissare un termine, a partire dalla data di cessazione del rapporto, entro il quale il datore di lavoro deve eseguire questa prestazione. Se però nel contratto non viene indicato alcun termine, il lavoratore può esigere il TFR immediatamente, ossia già all’atto del licenziamento o delle dimissioni. Il lavoratore può, quindi, pretendere immediatamente il pagamento senza aspettare. Ma a Lampedusa, ad Agrigento, in Sicilia questo non avviene. La rabbia nasce dal fatto che nessuna autorità è intervenuta. Il Presidente della regione Musumeci, l’assessore al ramo,mi chiedo cosa fanno tutto il giorno. Possibile che non riescono a “ragionare” sullo “schifo” che da anni “ammazza” Lampedusa.I lavoratori continueranno a lottare, perché fino a prova contraria in Italia esiste ancora la democrazia, la Costituzione, forse la Legge. Ho detto ai ragazzi di Lampedusa che da domani formeremo una RTI, non ci sono problemi. Una impresa semplice e senza alcuna fatica. La chameremo “Spazzatutto”. Una volta formata staremo tranquillamente ad aspettare che la Regione passi il denaro ai Comuni e vedrete che poi tocca a noi incassare.Assumeremo 20 lavoratori, anzi 30, tanto potete stare tranquilli,se non arrivano i soldi, non li paghiamo. Possono sbraitare, morire di fame,piangere per la disperazione. Che importa. Questo è fare impresa”, conclude Mucci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.