fbpx
Regioni ed Enti Locali

Mucci (Usb): “la Repubblica degli spazzini di Lampedusa”

“Siamo un paese occidentale, democratico, dove però il potere del popolo è insignificante. La controrivoluzione neoliberista iniziata negli anni ’80 ha permesso che poco alla volta i diritti acquisiti in anni di dure battaglie sociali venissero frantumati”.

Lo afferma Aldo Mucci dell?USB, che aggiunge:

“Oggi di diritti se ne parla in qualche antico libro di testo,o qualche vecchio contratto di lavoro. Oggi, l’uomo crede di essere libero, mentre non è mai stato così schiavo. Schiavi persino convinti di potere interpretare la realtà, anche se quella che vedono è solo un’ombra, come quella mostrata ai prigionieri della caverna raccontati dal grande Platone filosofo greco nel settimo libro de La Repubblica. La condizione dei prigionieri è la condizione di tutti noi, in quanto veniamo ad esistere in uno spazio e in un tempo delimitato e circoscritto, e in una situazione culturale già strutturata secondo modalità e immagini che non abbiamo creato noi”.

“Per Platone i prigionieri rappresentano la maggioranza dei cittadini che si trovano in un sostanziale status di schiavitù intellettuale perché impossibilitati a riconoscere la verità. Ad un certo punto però nel racconto di Platone c’è un colpo di scena. Un prigioniero riesce a liberarsi e sale in superficie. Una volta giunto fuori dalla caverna la luce del sole è abbagliante, è dolorosa. Gli occhi sembrano bruciare. L’ex prigioniero si trova a disagio. Ma poco alla volta i suoi occhi si adattano alla luce e quindi riesce a vedere la realtà. Una realtà che, ovviamente, contrasta completamente con quella finta fatta di ombre nella quale aveva trascorso la sua precedente vita da prigioniero. Questa metafora di Platone ben rappresenta la condizione odierna dove l’élite economico finanziarie controllano i mezzi d’informazione, il denaro e purtroppo anche la politica. Ognuno deve tentare di rompere le proprie catene e, anche se inizialmente la consapevolezza di aver vissuto in una finzione potrà far male, si sarà guadagnato la libertà”, conclude Mucci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.