fbpx
Apertura Cronaca

Omicidio Miceli: concessi domiciliari al presunto assassino

La Corte di Assise di Agrigento ha concesso gli arresti domiciliari con l’applicazione del braccialetto elettronico al 55enne Gaetano Sciortino, arrestato nell’ottobre del 2017 poiché ritenuto essere l’autore dell’omicidio del marmista 67enne di Cattolica Eraclea Giuseppe Miceli.

Per il giudice le esigenze cautelari sarebbero attenuate vista la condotta dell’imputato e il decorso del tempo. Secondo l’accusa, Miceli fu colpito da due grossi oggetti contundenti che gli provocarono la morte il 6 dicembre del 2015 nel suo laboratorio.

Un omicidio non del tutto chiarito visto che, ad oggi, mancherebbe un vero movente. Le indagini vennero indirizzare verso l’operaio che si è sempre ritenuto non colpevole dell’omicidio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.