fbpx
Rubrica legis non est lex Spalla

Esclusione dalla graduatoria Allievi agenti della Polizia di Stato: accolto ricorso di due agrigentini

La prima sezione quater del TAR del Lazio ha accolto l’istanza cautelare presentata da due aspiranti allievi agenti della Polizia di Stato agrigentini che, difesi dagli avvocati Vincenzo Caponnetto, Michele Melfa e Alfonso Neri, avevano presentato ricorso contro l’esclusione dalla graduatoria del concorso per l’assunzione di 1.148 Allievi Agenti.
In particolare, i giudici amministrativi hanno ammesso con riserva i due ricorrenti alle prove di accertamento dei requisiti di cui all’art. 6, comma 1, lett. c), del d.P.R. n. 335/1982.

I due aspiranti agenti potranno così essere ammessi a continuare il percorso concorsuale fin quando il TAR non si pronuncerà nel merito della vicenda.

I ricorrenti sono infatti coloro che, alla data di pubblicazione del bando rientravano nei requisiti fissati dallo stesso in ordine ai limiti d’età e che si sono visti escludere dallo scorrimento della graduatoria poiché solo successivamente all’uscita del bando venivano cambiati i titoli necessari per accedere alla carriera di Agente di Polizia di Stato.

Con l’approvazione dei nuovi requisiti, che ha previsto come condizioni necessarie per la partecipazione ai relativi concorsi diversi requisiti rispetto a quelli originariamente fissati dal bando del 2017, sono pertanto stati esclusi numerosi “over 26” che, seppur avendo superato le prove di selezione sono stati ingiustamente estromessi dalla graduatoria.

Gli avvocati Caponnetto, Melfa e Neri hanno specificato, nel ricorso, che “il successivo scorrimento di una graduatoria di idonei si configura infatti come un segmento di un’unica procedura di concorso, avviata con l’originaria pubblicazione del bando, con la conseguenza che i requisiti di partecipazione, attesa l’unicità e l’inscindibilità del procedimento selettivo, non possono che essere quelli fissati dal bando stesso”.
Tesi, quest’ultima, accolta dal TAR Lazio che ha così ammesso, con riserva, i due agrigentini che potranno così continuare il percorso concorsuale fino alla decisione di merito prevista per il prossimo 12 maggio 2020.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.