fbpx
Cucina

Speciale dolci di Carnevale: FRITTELLE RIPIENE ALLA CREMA

frittelle-cremaE per chiudere in bellezza questa rubrica golosa sui dolci tipici del carnevale, oggi vi proponiamo la ricetta delle superbe frittelle ripiene alla crema.

Soffici, irresistibili, le frittelle ripiene alla crema sono una vera tentazione per grandi e piccini! Se preferite, potete farcirle con crema chantilly, crema al cioccolato o al caffé.

Ingredienti :

400 gr di polenta gialla
200 gr di zucchero
200 gr di farina bianca 00
2 uova
1 cucchiaio di olio di oliva
1 bicchierino di grappa
sale
la scorza grattugiata di un limone non trattato
1/2 bustina di lievito

PER LA CREMA

500 ml di latte intero
5 tuorli d’ uovo
1 uovo intero
300 gr di zucchero
150 gr di farina bianca 00
1 stecca di vaniglia

Procedimento :

Prepariamo la crema. In una casseruola mettete a bollire il latte con la stecca di vaniglia, ricordandovi di tenerne da parte un bicchiere. In una ciotola mettete lo zucchero e tutte le uova e lavorate bene con le fruste. Quando risulterà un composto chiaro e cremoso, cominciate ad unire la farina e il latte freddo un po’ alla volta, facendo attenzione a non formare grumi. Quando il latte bollirà, versateci la montata di uova sopra e continuando a mescolare riportate ad ebollizione. Appena bolle toglietela dal fuoco, mescolate fino a che non si sarà addensata e la crema sarà pronta.

Prepariamo ora l’impasto delle frittelle. Passate la polenta al setaccio. Aggiungete lo zucchero, le uova, l’olio, la grappa, la scorza di limone e il lievito. Amalgamate il tutto per 15 minuti e successivamente fate riposare per 5 ore in un ambiente tiepido, coperto da un panno. Passate le 5 ore, riprendete l’impasto e con l’aiuto di un cucchiaio formate delle palline di pasta. Friggetele per qualche minuto in abbondante olio bollente. Una volta che le frittelle avranno preso un bel colore dorato, scolatele aiutandovi con una schiumarola e passatele nella carta assorbente.

Inserite la crema in una sacca da pasticcere e farcite le frittelle una ad una, spolverizzandolo successivamente con zucchero semolato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.