fbpx
Cronaca Spalla

Morto dopo il crollo di una palazzina a Torre di Gaffe: condanna in Appello per ingegnere

Condannato dalla Corte di Appello di Palermo a un anno di reclusione un ingegnere, direttore dei lavori di ristrutturazione di un palazzo di cinque piani e diciassette appartamenti a Torre di Gaffe, crollato nel 2006 causando la morte di un giovane operaio di origini romene.

I giudici hanno così confermato la sentenza di primo grado del Tribunale di Agrigento, che era però stata annullata con rinvio dalla Cassazione. La palazzina, come si ricorderà, fu la centro di di una lunga vicenda sfociata poi tristemente con il crollo che causò la morte dell’operaio che stava lavorando in quel cantiere. Una morte che non avvenne subito, ma solo dopo il suo ritrovamento sotto le macerie ed il trasferimento all’Ospedale “Sant’Elia” di Caltanissetta il 35enne perse la vita per le gravi ferite riportate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.